Martedì 22 Ottobre 2019
 
L'edicola->SPETTACOLI




Castagne ufarelle e p'ttera

UN EVENTO PER VALORIZZARE LA TRADIZIONE CULINARIA: LA FESTA DELLA CASTAGNA UFARELLA
di Alessandra Isolda - 28/09/2019

Giunge alla trentatreesima edizione la “Festa della Castagna Ufarella”, prodotto unico dei Monti Trebulani. La coltura dei castagneti rappresenta da sempre sussistenza per le famiglie contadine, così come quella delle viti e dell’allevamento massivo dei suini. L’evento riproposto non solo è di continuità tra passato e presente, ma è divenuto basilare per la valorizzazione dei prodotti tipici. L’opportunità di gustare prelibatezze della località nei primi tre fine settimana del mese di Ottobre (5/6 -12/13 -19/20) è favoreggiata dalla location scelta, luogo coperto e annesso a un parco giochi. Nonostante siano le castagne, nella variante locale delle Vrole, dei dolci e delle altre pietanze, data la caratteristica dell’ Ufarella a prestarsi bene nella preparazione di innumerevoli vivande, l’attenzione si porge anche alla P’ttera. Con il grande impegno della Pro Loco La Trebulana, infatti oggi essa può essere annoverata tra le tipicità gastronomiche riconosciute dalla Regione Campania, come si evince dal supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana (n.60 del 12 marzo 2019). Prendendo il nome dal particolare taglio utilizzato, tra collo anteriore e petto interno, il piatto si presenta composto di cubetti di maiale rosolati con peperoni ricci napoletani, noti come papaccelle, tenuti sott’aceto. I particolari aromi delle matrici risultano sufficienti per garantire un sapore particolare e unico, dalle note agri e piccanti. L’origine secolare della p’ttera è legata alla rituale uccisione dei suini, allevati da quasi tutte le famiglie di Treglia. Per l’occasione si riuniva il nucleo parentale e il vicinato in aiuto per la preparazione delle carni; a pranzo si forniva a tutti gli accorsi una porzione della pietanza, come gesto di riconoscenza vicendevolmente contraccambiato, riprendendo nel termine dialettale l’accezione spagnola di elemosina. La Festa della Castagna Ufarella rappresenta dunque una grande occasione di degustare le peculiarità che i Monti Trebulani offrono agli appassionati ricercatori di sapori antichi.


Copyright © 2003 - TregliaOnLine.it